Privacy Policy
Bomboloni

Bomboloni

Questa ricetta super collaudata viene direttamente dal corso con Antonella Scialdone, grandissima maestra, dalla quale ho imparato e continuo a imparare tanto!
Io li ho realizzati con il lievito madre, ma potete provare a farli anche con il lievito di birra, se non avete la pasta madre o se volete ridurre i tempi.
Preparazione 30 min
Tempo totale 30 min
Porzioni 16

Ingredienti
  

  • 120 g Farina Manitoba
  • 280 g Farina 0
  • 75 g Acqua
  • 120 g Lievito madre
  • 2 Uova
  • 80 g Burro
  • 50 g Zucchero
  • 55 g patate lesse
  • 4 g Sale
  • Scorza d'arancia

Istruzioni
 

  • Potete preparare l'impasto la sera prima. Mettete nella planetaria l'acqua tiepida e il lievito madre e sciogliere per bene. Aggiungete nell'ordine: le uova sbattute, le patate lesse schiacciate, la farina e il sale. Quando l'impasto inizia a incordarsi (attaccarsi al gancio) aggiungere lo zucchero e impastare fino a che non sia ben assorbito. A questo punto aggiungere il burro in 2 volte e far assorbire bene (nella seconda aggiunta inserire la scorza d'arancia grattugiata).
    Continuate a lavorare fino a che l'impasto non risulti liscio e omogeneo, formare una palla e coprire con della pellicola trasparente e lasciar riposare 1 ora. Trascorso il tempo di riposo, procedere con una serie di pieghe. Riporre in frigo a riposare per tutta la notte.
    L'indomani mattina prendere l'impasto dal frigorifero e lasciarlo riambientare per circa 1 ora, poi stenderlo con il mattarello fino a arrivare a uno spessore di circa 1 cm  e ritagliate con dei tagliapasta delle dimensioni che preferite.
    Adagiate i dischi di pasta sulle teglie ricoperte di carta forno e lasciate lievitare coperti da pellicola per circa 1 ora.
    Una volta raddoppiati, scaldate olio extra vergine d'oliva a 180°C e friggete da entrambi i lati senza affollare troppo la pentola.
    Una volta cotti, lasciateli scolare su carta assorbente e passateli nello zucchero semolato e farcitela con crema pasticcera a piacere.

Note

  1. La fase del riposo in frigo può anche essere saltata, è sufficiente aspettare che l'impasto lieviti e poi formare e friggere.
  2. Al posto di 120 gr di pasta madre potete utilizzare 7 gr di lievito di birra, i tempi di lievitazione saranno più veloci
  3. per la finitura spolverare con zucchero a velo e farcite con crema pasticcera. Se prefeite la crema pasticcera liscia, basta non inserire l'arancia!!
  4. potete usare dei tagliapasta da 5 o 9 cm e potete anche realizzare delle piccole ciambelline usando un cerchietto di 3 cm.
  5. I bomboloni sono ottimi appena cotti. Potete surgelare i dischi di pasta e farli lievitare dopo averli scongelati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




*

Social Slider

  • by ledolcipagnotte 1 mese ago
    Ho sempre voglia di dolce! Capita anche a voi di desiderare di finire un pasto con un dolcetto? Che sia
  • by ledolcipagnotte 5 giorni ago
    Quando ho iniziato il corso sul pane di segale mi aspettavo un corso simile a altri fatti, dal quale avrei
  • by ledolcipagnotte 1 mese ago
    Buon 1 maggio a tutti voi! Quando ero piccola ho vissuto in un paese minerario di poche anime. In 5
  • by ledolcipagnotte 1 mese ago
    Ieri e’ stata la festa della mamma...per me è stata una giornata senza tregua, senza un attimo di riposo, indaffarata
  • by ledolcipagnotte 1 mese ago
    Avevo voglia di fare una foto come questa... Ci ho provato e riprovato ma da sola mi cadeva sempre tutto
  • by ledolcipagnotte 4 settimane ago
    Ormai lo sapete che faccio la spesa all’  @alveare_dell_adda  . Ogni mercoledì con le mie amiche ordiniamo i prodotti online
  • by ledolcipagnotte 2 settimane ago
    Ormai è un rito, quando impasto faccio 2 pagnotte, una rotonda e una ovale. Mi diverto a fare i tagli
  • by ledolcipagnotte 1 mese ago
    La felicità è un concetto strano, è come un’altalena e basta poco (soprattutto a noi uomini moderni abituati a avere
  • by ledolcipagnotte 3 giorni ago
    Questo pane lo dedico alla mia amica Manu  @unaragionierainfermento  che la scorsa estate mi ha organizzato un corso dedicato alla