"> Pagnotta con lievito madre – Le Dolci Pagnotte
Privacy Policy
Pagnotta con lievito madre

Il pane con il sapore di una volta.

Mi piace il profumo del pane appena sfornato che riempie la casa e mi ricorda i sapori di quando ero bimba.
Se siete appassionate del lievito madre potete provare a fare questa pagnotta con farine diverse che potrete anche mischiare per esaltarne il sapore!

20161219_180521

Se riesco col tempo preferisco il sapore del pane fatto col lievito madre, mi ricorda le vecchie signore della Sardegna che lo cuocevano nel forno a legna, il pane civraxiu!

Ingredienti:
200 gr di lievito madre liquido rinfrescato
500 gr di farina
320 gr di acqua
10 gr di sale

Procedimento:

  1. rinfrescate il lievito madre (io uso quello liquido, licoli). In genere io lo rinfresco la sera nel rapporto di 1:5 così la mattina lo trovo pronto per panificare.
    .20170104_210048
  2. sciogliete 200 gr di lievito madre in 320 ml di acqua (potete aumentare la quantità di acqua, in questo caso il pane sarà più idratato e avrà “più bolle” nella mollica).20170105_072819
  3. aggiungete 500 gr di farina (qui potete sbizzarrirvi e seguire i vostri gusti…io amo la semola e i grani antichi, mi piace mischiare le farine e sperimentare i sapori. Potete usare anche solo un tipo: tipo 0 o tipo 2 o semola; oppure usare 4 cereali: kamut, segale, farro, enkir).20170105_072916
  4. mescolate e lasciate riposare 10 minuti.
  5. impastate e aggiungete 8-10 gr di sale, lasciate riposare.
  6. riprendete a impastare e “sbattete” l’impasto sul tavolo o l’asse infarinato (l’impasto dovrà essere liscio).
  7. pirlate (date una forma rotonda all’impasto e “rimboccate”).20170105_085055
  8. lasciate riposare e procedete col primo giro di pieghe
    .20170105_084830
  9. dopo 1 h date il secondo giro di pieghe e mettete l’impasto a lievitare dentro un contenitore rotondo nel quale avrete messo uno strofinaccio infarinato (la parte liscia andrà sul fondo dello strofinaccio in modo che quando capovolgete il fondo sarà a contatto con la teglia).I tempi di lievitazione variano a seconda della forza del lievito madre. Il mio in genere è pronto dopo 6-8 h dall’ultimo giro di pieghe. Vi accorgerete che è pronto per essere infornato dalla “prova polpastrello”, schiacciate l’impasto leggermente col polpastrello, deve ritornare lentamente in forma, altrimenti lasciate lievitare ancora un po’.
  10. infornate a 220 con forno statico (create vapore nel forno vaporizzando acqua o con un pentolino ricolmo d’acqua che potete posizionare sul fondo).
  11. dopo 20 minuti abbassate a 200 e terminate la cottura.
  12. ci vorranno circa 40 min, oltre al colore, per vedere se è pronto, potete infilare la lama di un coltello. Se è umida, il pane deve terminare la cottura, altrimenti è pronto.
  13. mettetelo a raffreddare su una griglia e tagliatelo quando è freddo.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*