"> Brioche con metodo water roux – Le Dolci Pagnotte
Privacy Policy
Brioche con metodo water roux
BRIOCHE CON LA TECNICA WATER ROUX
Una mia amica è stata selezionata dall’azienda in cui lavora per fare da testimone del brand, diffondere la cultura aziendale e interfacciarsi con tanti colleghi. Ha iniziato questo percorso con un corso di formazione e mi ha mandato una foto in cui c’è scritto “Chi si forma non si ferma”.
Questa frase mi è piaciuta subito e l’ho sentita subito mia…è verissimo e vale in tutti i campi della vita!
Per questo continuo a partecipare a corsi di cucina in cui oltre a imparere tecniche nuove e sperimentare nuove ricette, mi confronto con chi ha fatto questo percorso prima di me e con gli altri amatori che dedicano tanto del loro tempo al cibo homemade 100%…si impara sempre tanto, e si creano legami e amicizie sincere.
Una delle scuole di cucina che preferisco, per l’ambiente accogliente, il clima famigliare e la grande attenzione alla catena alimentare a Km 0, è “Il Cucinista”, della mia amica Marinagela Nuccio. Qui ho avuto modo di conoscere Manuela di “Con le mani in pasta“, autrice e grande esperta di lievitati.
Ci ha insegnato la tecnica del water roux, che consente di ottenere un impasto morbido senza l’aggiunta di grassi animali o vegetali e di mantenerlo morbiso per più tempo.
Vi lascio la ricetta:
PER IL WATER ROUX:
20 gr di farina tipo 0
200 gr di acqua o latte
Fate scaldare il latte o l’acqua con la farina fino a quando il composto raggiunge una temperatura di 65°C (se non avete il termometro, vedrete che il composto si staccherà dalle pareti e assumerà una consistenza gelatinosa). Lasciate intiepidere prima di unirlo all’impasto.
PER L’IMPASTO:
360 gr di farina tipo 0
50 gr di zucchero di canna
30 gr di burro morbido
100 gr di water roux
1 uovo
120 ml di latte
6 gr di lievito di birra
2,5 gr di sale (circa mezzo cucchiaino)
Mescolate la farina con il lievito, il latte e il water roux. Procedete con l’unire l’uovo, il sale e lo zucchero e solo alla fine il burro morbido. Fate incordare l’impasto (si dovrà staccare dalle pareti e incordare al gancio della planetaria).
Fate lievitare l’impasto fino al raddoppio. Trascorso il tempo, spezzetatelo in 4 parti uguali che stenderete a mo’ di rettangoli che chiuderete a libro e arrotolerete su se stessi sul lato più corto. Inserite tutto in uno stampo da plumcake rivestito di carta forno o ricoperto di butto e lasciar lievitare per 1 ora e mezzo circa, o comunque fino al raddoppio.
Trascorso il tempo, spennellare con l’uovo o con il latte e  infornare a 170°C per circa 40 minuti. Far raffreddare in una griglia.

Ora provateci anche voi e fatemi sapere cosa ne pensate….

Buona giornata!

1 Comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*